image_gallery.jpg

 

NOTTE DEI RICERCATORI 2017 Torna l’incontro tra la ricerca scientifica e il territorio trentino 29 settembre 2017, al MUSE - Museo delle Scienze, a partire dalle ore 17

Iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005, la NOTTE DEI RICERCATORI è una manifestazione che si svolge simultaneamente, in centinaia di città Europee e che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori ed istituzioni di ricerca.

Anche Trento ospita la NOTTE DEI RICERCATORI 2017 che si svolgerà il 29 settembre al MUSE - Museo delle Scienze, in via Corso del Lavoro e della Scienza 3, a partire dalle ore 17.00 e fino a tarda notte.

L'evento è organizzato dall'Università di Trento, dalla Fondazione Bruno Kessler, dalla Fondazione Edmund Mach e dal MUSE Museo delle Scienze, in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento, .

La NOTTE DEI RICERCATORI 2017 è un momento di dialogo tra le istituzioni di ricerca trentine e il territorio, una vetrina dei principali risultati scientifici ottenuti che verranno presentati da studiosi ed esperti in un ambiente informale e stimolante e con un linguaggio comprensibile a tutti.

La serata prevede un ricco calendario di appuntamenti su temi di interesse che variano dalle scienze naturali e alle scienze umane e sociali: 62 dimostrazioni scientifiche dal vivo ed esperimenti, 15 incontri di approfondimento e 8 cene con ricercatori e ricercatrici.

Ospite d’onore di quest’anno sarà il premio Nobel 2011 per la fisica, Wolfgang Ketterle che coinvolgerà il pubblico con curiosi esperimenti raccontando la sua ricerca sugli di atomi freddi con temperature prossime allo zero assoluto. L'incontro sarà moderato da Marco Motta, giornalista scientifico – Radio3 Scienza.

Wolfgang Ketterle è un fisico tedesco, docente al Massachusetts Institute of Technology e vincitore del Premio Nobel per la fisica nel 2001 – insieme a Eric Cornell e Carl Wieman – per la realizzazione della condensazione di Bose- Einstein in gas diluiti di atomi alcalini, e per i primi fondamentali studi sulle proprietà dei condensati. Tra i risultati sperimentali più importanti ottenuti da Wolfgang Ketterle vanno inoltre menzionate la condensazione di gas molecolari e la prova della superfluidità nei gas fermionici.

ll programma e le informazioni dettagliate e aggiornate per partecipare sono disponibili su: http://www.nottedeiricercatori.tn.it/

La Notte dei Ricercatori è anche su Facebook: https://www.facebook.com/nottericercatori e su Twitter: http://twitter.com/NotteRicercaTN