Il Marconi all’OpenData Hackabot

3 studenti del Marconi sul podio dell’Hackabot tra 50 partecipanti

hackabot

E’ stato un successo l’evento “Open Data Hackabot” promosso dalla Provincia Autonoma di Trento e svoltosi a Trento il 2 e 3 Marzo 2018 presso il Contamination Lab in Piazza Fiera.

All’evento hanno partecipato più di 50 studenti e dottorandi provenienti da istituti superiori e università, di cui 8 provenienti dall'istituto G. Marconi di Rovereto, pronti per sfidarsi in una maratona lunga 48 ore.

Gli studenti hanno dovuto ideare una strategia e sviluppare dei ChatBot sulla base di progetti commissionati da enti pubblici trentini con il supporto di tutor aziendali presenti per tutta la durata della “corsa al miglior bot”.

Alla maratona erano presenti in qualità di clienti: la Centrale Unica Emergenza (C.U.E), il Consorzio dei comuni Trentini, il MUSE, l’APSS (Azienda provinciale Servizi Sanitari), il servizio supporto alla Direzione Generale e l’agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia.

I clienti hanno commissionato 6 differenti progetti, assegnandoli a diverse squadre: al termine della gara la valutazione ha prodotto una classifica, basandosi anche della consulenza di una commissione tecnica e dei tutor aziendali.

Si è così formata una classifica basata su molteplici criteri quali: la percentuale di funzionamento del bot, l’idea innovativa e la sua applicazione nella realtà.

hackabot1

Al terzo gradino del podio si è piazzato il team “Andromeda” con “iCUEBot” composto da 4 persone, tra cui 3 studenti dell’istituto G. Marconi (Abdel Daoudi della 5Ais, Filippo Cozzini e Matteo Zampiccoli della 4Ci) con il progetto commissionato dalla Centrale Unica Emergenza (C.U.E); consiste nel semplificare la gestione delle emergenze e degli eventi pubblici a volontari e cittadini, essere informati in tempo reale ogni qualvolta viene programmato un evento nella città di interesse con chiusura di un tratto di strada e ottenere informazioni mirate in base al luogo in cui ci si trova.

Suddivisi in altri gruppi anche altri 6 studenti del Marconi: Michele Balbinot della 5Ais, Francesco Leorati e Francesco Benini della 4Ci, Saad Mouni, Ruggero Cainelli e Samuele Trainotti della 4Ais.

E’ disponibile un’intervista nella quale viene presentato il progetto “OpenData Hackabot” su RTTR visibile a questo link (https://goo.gl/7smuLB) e la gallery fotografica sul gruppo Trentino OpenData disponibile a questo link (https://www.facebook.com/groups/todgroup/photos/)

Il progetto è concesso sotto licenza MIT, è disponibile alla repository GitHub a questo indirizzo (https://github.com/filippocozzini/CUEHackabot) e, poiché si tratta di una demo, è funzionante all’80%.