Foto1.jpg

Venerdì 18 novembre 2016, presso il Teatro dell'Istituto, si è tenuto un incontro / confronto sul prossimo refrendum costituzionale. 

incontro_referendum.png

Quando è stato chiesto agli studenti presenti se già sapessero che cosa votare, hanno alzato la mano praticamente tutti.

È iniziato così il confronto tra il Sì e il No sulla riforma costituzionale presso il nostro.

È stata certamente una mattinata diversa dalle altre al Marconi: in teatro erano presenti gli studenti delle classi quinte, mentre in streaming erano collegate le classi quarte. Il confronto, moderato dal caporedattore del quaotidiano Trentino, Paolo Mantovan, è stato fra il Sì - rappresentato dalla consigliera provinciale Donata Borgonovo Re - e il No - rappresentato dal docente di storia Vincenzo Calì. Sul palco anche i rappresentanti degli studenti Giulio Lutterotti, che ha presentato l’iniziativa, e Ilaria Vitale che ha gestito il collegamento streaming.

Borgonovo Re ha puntato molto sulla necessità di guardare avanti con ottimismo per uscire dalla palude di un paese senza stabilità, mentre Calì ha insistito sul regionalismo tradito dalla riforma, sui pericoli per la nostra autonomia e sulla perdita di rappresentanza eletta direttamente in Senato. Dagli studenti sono piovute le domande proprio sul rapporto Stato-Regioni e sui rischi di uno sbilanciamento di poteri a favore del premierfoto3.jpg