Reg. nucleo interno di valutazione

Allegato n. 4 del Regolamento di Istituto

 

Art. 1 – Contenuti del regolamento

Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione ed il funzionamento del Nucleo di Valutazione , costituito ai sensi dell'art. 27, comma 3, della Legge Provinciale, 7 agosto 2006, n. 5, e degli articoli 13 e 14 dello Statuto dell’Istituzione Scolastica .

 

Art. 2 - Composizione, nomina e durata

Il numero complessivo dei componenti del nucleo interno di valutazione è di 7 membri: il Dirigente scolastico, 2 appartenenti alla componente docenti, 1 a quella dei genitori, 1 appartenente alla categoria personale amministrativo, tecnico e ausiliario, e 2 agli studenti (Delibera 26 - Consiglio dell'Isitituzione scolastica del 23 aprile 2013).

I membri della componente docente sono designati dal collegio dei docenti tenendo conto dell’esperienza e delle competenze nel settore della valutazione; gli altri membri sono designati, sempre nel rispetto di profili di competenza,rispettivamente dalla consulta dei genitori , da quella degli studenti e dal personale amministrativo, tecnico e ausiliario e assistente educatore riuniti in assemblea.

Il Nucleo di Valutazione dura in carica tre anni con la sola surroga dei componenti decaduti.

 

Art. 3 - Compiti

1.Il Nucleo di Valutazione, ai sensi dell'art. 15 dello Statuto dell’Istituzione, ha il compito di valutare il raggiungimento degli obiettivi previsti dal progetto d’istituto, sulla base degli indirizzi generali individuati dal consiglio dell’istituzione, con particolare riferimento ai processi e ai risultati che attengono all’ambito educativo e formativo, al fine di progettare le azioni di miglioramento della qualità del servizio.

Per la realizzazione dei propri compiti il Nucleo di Valutazione si avvale:

1) degli indicatori forniti dal Comitato di valutazione provinciale, che consentono un raffronto a livello provinciale rispetto a contesto,risorse, processi e risultati dell’Istituzione scolastica;

2) di propri indicatori adeguati al fine di monitorare e valutare gli aspetti specifici del progetto di istituto. La scelta di tali indicatori dovrà tenere conto dell’esigenza di verificare la realizzazione degli obiettivi prioritari del progetto di Istituto .

In particolare il Nucleo di Valutazione adotta un sistema di valutazione interna riferita:

a) alla relazione annuale predisposta secondo norma IS0 9001:2008 dal gruppo di valutazione esterno.

b) al giudizio espresso dalla componente genitori, alunni, docenti (ed eventualmente anche dal personale ATA), mediante la somministrazione di strumenti d’indagine;

c) ai risultati ottenuti dagli studenti attraverso prove standardizzate, certificazioni esterne, prove comuni adottate dai Dipartimenti nelle diverse aree di apprendimento, risultati degli esami di stato, agli esiti in uscita dalla scuola secondaria o altre modalità di verifica delle competenze acquisite;

d) al grado di benessere scolastico rilevato e alla qualità del clima scolastico e organizzativo;

e) ai risultati osservabili nella realizzazione di specifici progetti, con particolare riguardo alle iniziative prioritarie e agli interventi di maggiore peso rispetto al bilancio dell’Istituto.

3. Il Nucleo di Valutazione predispone una relazione annuale analitica illustrativa dei dati raccolti e della loro interpretazione al fine di individuare i punti di forza e di debolezza dell’Istituzione scolastica – con particolare riferimento all’ambito educativo e formativo.

 

Art. 4 Modalità di funzionamento

All’inizio di ciascun anno scolastico il Nucleo di Valutazione:

a) viene convocato in prima seduta dal Dirigente – entro il mese di ottobre di ciascun anno scolastico, salvo per il corrente anno scolastico che viene convocato entro il mese di gennaio, – per insediarsi verificando la eventuale necessità di surroga di uno o più membri o di rinnovare l’organo alla sua scadenza;

b) definisce il calendario, e le modalità di lavoro per l’anno scolastico;

c) provvede, entro il mese di novembre, a stendere la relazione annuale relativa all’anno scolastico precedente, tenendo conto degli indicatori forniti dal Comitato di valutazione provinciale, della valutazioni espresse dal Collegio dei docenti e – ove possibile – di altri organismi dell’istituzione rispetto agli obiettivi di miglioramento;

d) predispone i dati che verranno poi diffusi su valutazione del Dirigente;

e) nel corso dell’anno scolastico provvede alla raccolta sistematica dei dati utili per la analisi dei processi e dei risultati con particolare riferimento all’area didattico educativa;

f) al termine di ciascun anno scolastico, provvede all’inserimento dei dati di sistema sul portale del Comitato provinciale di valutazione e alla preparazione dei materiali per la stesura della relazione finale da inviare al Comitato di valutazione provinciale e al Dipartimento competente in materia di istruzione della Provincia Autonoma di Trento.

 

 

Art. 5 – Presidenza del Comitato

La funzione di presidenza del Nucleo di Valutazione è affidata al Dirigente.

Il presidente rappresenta il Nucleo di Valutazione nei rapporti con altri Organi dell’Istituzione.

 

Art. 6 - Convocazione e svolgimento delle sedute

1. Il Nucleo di Valutazione è convocato e presieduto dal Presidente e si riunisce almeno due volte all’anno. L'invio della convocazione ai singoli componenti, deve contenere l’ordine del giorno e deve realizzarsi almeno cinque giorni prima della seduta. Il Presidente può, per motivi di urgenza, convocare Nucleo di Valutazione con preavviso inferiore.

2. Per la validità della riunione è richiesta la presenza della maggioranza dei componenti.

3. Le deliberazioni sono validamente adottate a maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

6. In caso di assenza del Presidente, la seduta è presieduta da un componente del Nucleo di Valutazione designato dal Presidente.

7. Le attività del Nucleo di Valutazione possono articolarsi anche per sottogruppi di lavoro, per attività non deliberative quali la predisposizione di materiali preparatori o altre attività di tipo operativo.

 

Art. 8 - Pubblicità e verbalizzazione

1. Di ogni seduta del Nucleo di Valutazione deve essere redatto apposito verbale. Il verbale può essere approvato nella seduta successiva, ovvero seduta stante anche per singoli punti. Il verbale è sottoscritto dal Coordinatore e dal Segretario verbalizzante.

2. Lo strumento principale di comunicazione del Nucleo di Valutazione è costituito dalla relazione annuale.

 

Art. 9 - Modifiche del Regolamento

Proposte di modifica al presente regolamento sono formulate e approvate dal Consiglio dell’Istituzione, ai sensi della normativa vigente, sentito il parere del Nucleo di Valutazione.