Reg. visite guidate e viaggi d'istruzione

 

 

Art. 1 CLASSIFICAZIONE E DURATA

1. VISITE GUIDATE

Le uscite per visite a musei o mostre, per manifestazioni culturali o d’interesse professionale si svolgono nell’arco di una mattinata. Devono essere inserite nella programmazione delle attività educative e didattiche approvata dal Consiglio di Classe nel mese di novembre, su richiesta scritta da parte del docente interessato (su apposito modulo) e approvate dalla Dirigente.

Ulteriori uscite, non previste nella programmazione annuale, saranno autorizzate dal Dirigente previa valutazione se le finalità didattico – educative sono coerenti con la programmazione della classe.

 

2. VIAGGI DI ISTRUZIONE

I viaggi di istruzione, della durata di una o più giornate, sono da considerarsi parte integrante dell'attività didattica, e sono finalizzati ad una migliore conoscenza del patrimonio artistico/ambientale, delle aziende, delle unità di produzione e delle istituzioni pubbliche. Nei trienni di specializzazione i viaggi devono essere preferibilmente coerenti con l’indirizzo professionale.

I viaggi di istruzione saranno proposti nei Consigli di classe all’inizio dell’anno scolastico e saranno inseriti nella programmazione annuale.

La scelta della meta dovrà essere coerente con quanto precisato sopra.

La durata dei viaggi di istruzione e il numero di visite guidate dovranno uniformarsi ai criteri generali riportati nella seguente tabella:

Biennio

Classi prime

2 viaggi d’Istruzione di un giorno; escluso il pernottamento

Fino a 3 visite guidate (solo mattina)

Classi seconde

2 viaggi d’Istruzione di un giorno; oppure due giorni con pernottamento

Fino a 3 visite guidate (solo mattina)

Triennio

Classi terze

2 viaggi d’Istruzione di un giorno; oppure due giorni con pernottamento;

Fino a 4 visite guidate (solo mattina)

Classi quarte

1 viaggi d’Istruzione di quattro giorni con tre pernottamenti;

Fino a 4 visite guidate (solo mattina)

Classi quinte

1 viaggi d’Istruzione di tre giorni con due pernottamenti; oppure tre viaggi d’istruzione di un giorno; oppure un viaggio di due giorni con pernottamento e uno singolo

Fino a 4 visite guidate (solo mattina)

 

Art. 2 TEMPI

Con lo scopo di riservare l’ultimo periodo di scuola allo studio, i viaggi di istruzione dovranno essere effettuati, di norma, entro il mese di aprile per le classi 1° - 2° - 3° - 4°.

Per le classi 5° i viaggi di istruzione dovranno esser effettuati, di norma, entro il mese di marzo perché gli studenti devono successivamente concentrarsi nella preparazione degli esami di Stato.

Nel calendarizzare i viaggi di istruzione, i docenti sono invitati a tener presente le attività già programmate (dipartimenti, Consigli di classe, collegio docenti, udienze generali).

 

Art. 3 ADEMPIMENTI

Nelle riunioni di programmazione di inizio d'anno, i Consigli di classe definiranno un piano di massima per i viaggi di istruzione e le visite guidate.

Le proposte di viaggio di istruzione dovranno poi essere consegnate entro e non oltre la data fissata annualmente dal Dirigente che ne valuterà la validità e la fattibilità, anche in relazione alla coerenza con le attività previste nella programmazione; nell'ipotesi di valutazione positiva, il Consiglio di Classe raccoglierà la disponibilità dei docenti precedentemente segnalata ad accompagnare gli alunni.

I docenti incaricati dal Consiglio di classe di predisporre il materiale per il viaggio di istruzione, presenteranno in segreteria amministrativa (Sig.ra Rosella) entro e non oltre il termine stabilito, le apposite schede contenenti le proposte approvate.

Il docente responsabile presenterà in segreteria, almeno una settimana prima per le visite guidate, e un mese prima per i viaggi di istruzione:

 

Potranno essere realizzati solo le visite guidate e i viaggi di istruzione per i quali sia stata rispettata la procedura indicata.

Al rientro i docenti accompagnatori presenteranno alla Dirigenza una breve relazione sull'andamento del viaggio, segnalando anche eventuali inconvenienti.

 

Art. 4 SPESA

Nella programmazione del viaggio di istruzione, il Consiglio di Classe e il docente incaricato dovranno attenersi al budget prefissatodal Consiglio dell’Istituzione. Nella spesa preventivata deve essere compreso il pernottamento, la prima colazione e la cena.

Va altresì precisato, nel preventivo, l’eventuale spesa aggiuntiva per visite guidate, ingressi a musei, ecc.

Si presterà particolare attenzione a che la spesa prevista consenta a tutti gli alunni di partecipare all'iniziativa proposta.

I casi di particolare difficoltà economica saranno segnalati tempestivamente in

   modo che la Dirigenza possa attivare le opportune procedure di sussidio.

Tutta la gestione contabile dei viaggi di istruzione avviene nell'ambito del bilancio dell'Istituto. Pertanto le quote a carico dei partecipanti devono essere versate sul conto corrente postale o tramite bonifico bancario, intestato alla scuola.

Non sono previsti esuberi rispetto ai limiti di spesa programmati che devono tener conto di quanto contenuto negli adempimenti previsti.

 

Art. 5 PARTECIPAZIONE DELLA CLASSE

La partecipazione alle attività programmate e deliberate in base alle presenti disposizioni, assume carattere obbligatorio per tutti gli studenti della classe.

In ogni caso, perché le uscite possano aver luogo è necessaria la partecipazione di almeno l'80% degli studenti della classe interessata.

Gli eventuali studenti che non partecipano sono tenuti alla frequenza e l’Istituto provvederà ad organizzare attività alternative.

I docenti che non partecipano al viaggio sono a disposizione nel loro orario di servizio.

 

Art. 6 DISCIPLINA

Trattandosi di attività scolastica svolta sotto la guida e la tutela della scuola, gli studenti partecipanti devono adeguarsi alle direttive dei docenti accompagnatori. Per le norme relative al comportamento si rimanda al Regolamento Disciplinare.

 

Art. 7 ACCOMPAGNATORI

Il personale accompagnatore assume, con dichiarazione scritta, l'obbligo di una attenta ed assidua vigilanza degli studenti. A detto personale fanno carico le responsabilità di cui all'art. 2047 del Codice Civile integrato dalla norma di cui all'art. 61 della Legge 11 luglio 1980, n° 312 che limita la responsabilità patrimoniale del personale della scuola ai soli casi di dolo e colpa grave.

Per i viaggi d’istruzione, si stabilisce che di norma gli accompagnatori siano due, se il viaggio riguarda un’unica classe, uno ogni quindici alunni, se le classi sono in numero maggiore. Eventuali deroghe saranno valutate dalla Dirigente.

Nel caso di partecipazione di studenti portatori di handicap o di patologie che richiedano particolari cure e attenzioni, deve essere assicurata la presenza, specificamente dedicata, di un docente accompagnatore.

La scelta degli accompagnatori spetta al Dirigente, sulla base delle disponibilità emerse dal Consiglio di classe, che terrà conto anche delle necessità dell’avvicendamento dei docenti accompagnatori.

Ciascun docente potrà effettuare, di norma, fino a un massimo di 4 giorni come accompagnatore nei viaggi di istruzione.

 

Art. 8 TEMPI E LOCALITÀ

Il rientro dovrà avvenire preferibilmente non oltre le ore 21.00, in modo da consentire ai partecipanti di raggiungere le proprie località di residenza in tempi ragionevoli e agli studenti di poter riprendere la frequenza il giorno successivo.

Il giorno successivo del viaggio di istruzione, se scolastico, non sono ammesse assenze motivate esclusivamente dal viaggio. Tali assenze potranno precludere viaggi di istruzione successivi.

Relativamente ai viaggi di istruzione di più giorni, si auspica che il giorno del rientro coincida con una data prefestiva, al fine di consentire una giornata di riposo prima della ripresa regolare delle lezioni.

 

Art. 9 ORGANIZZAZIONE

L'organizzazione del servizio trasporti e della sistemazione è affidata alla scuola. Le fasi di articolazione e di pianificazione del viaggio sono affidate al docente responsabile del progetto.

 

 

 Approvato dal Consiglio dell'Istituzione del 19/12/2013

развитие малого бизнеса
строительство и ремонт